Alvignano Raffaele Magi alla giornata della legalità con i maestri del lavoro


Vivete in una terra fortunata e tranquilla perché protetta dalla fascia dei monti del caiatino e che vi separa da un terra amara e difficile dove regna la camorra” E’ stato questo l’inizio dell’intervento di Raffaele Magi procuratore della prima sezione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere alla giornata della legalità di Alvignano. Una mattinata magica per gli alunni dell’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado “Santamaria di Alvignano e dell’Enrico Fermi di Dragoni.
Due comuni che hanno diviso la stessa tragica sorte della distruzione durante le ultime fasi della seconda guerra mondiale ed oggi risorti con onore e dignità. Piccoli comuni ai piedi del matese, dove il lavoro, l’onestà e il corretto modo di vita sono ancora dei valori che i loro cittadini vogliono conservare, a riparo dai tentativi di penetrazione che il mal vivere tenta di attuare ogni giorno.La giornata della legalità organizzata dal “Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del Lavoro” è andata oltre alle aspettative. La presenza del vescovo di Alife S.E. Valentino Di Cerbo che con il suo intervento ha taccato i punti più delicati del fenomeno malavitoso e indicato la via per fermarlo, e quella del procuratore Raffaele Magi che ha tracciato il percorso della camorra casalese e la sua pericolosità per la società e lo sviluppo, sono stati i punti focali di un convegno ricco di spunti e di riflessione. Un’ iniziativa voluta dai Maestri del lavoro che stanno affiancando con efficacia la lotta intrapresa della Stato per stroncare un fenomeno camorristico che ha raggiunto i punti più alti di efferatezza nella sua pur lunga storia. Unire le forze sociali a quelle dell’ordine e della magistratura significa collaborare a quel “modello Caserta” che sta risultando vincente sul territorio.A moderare il convegno è stato il mdl Mauro Nemesio Rossi che da anni, quale insignito dal presidente della repubblica, è vicino al mondo della scuola per traghettare i giovani nel complesso mondo del lavoro. Ad introdurre i lavori è stata la preside Anna Antonia Riccio, mentre a fare per gli onori di casa ci ha pensato il sindaco di Alvignano Angelo Di Costanzo, attento e soprattutto vigile testimone della storia del suo paese. Non a caso, come ha detto il vescovo di Alife, si è parlato di due figure emblematiche della chiesa entrambi ammazzati per motivi di sopraffazione e di violenza anche se in tempi diversi.Don Biagio Mugione parroco della chiesa di San Sebastiano trucidato dai tedeschi in ritirata e don Giuseppe Diana assassinato nella sacrestia della chiesa di San Nicola di Bari a Casal di Principe il 19 marzo 1994, giorno del suo onomastico. Durante il convegno sono stati presentati i risultati di una ricerca sulla legalità nei due paesi realizzata dagli studenti e illustrata dalla docente Rosa Elia Fabrizio.
Sono intervenuti, inoltre, Valerio Taglione referente provinciale di Libera, associazione contro le mafie, il dirigente tecnico Angelo Marcucci, ed il luogotenente comandante delle stazione dei carabinieri di Alvignano. Brillanti protagonisti i ragazzi delle medie che hanno suonato l’inno d’Italia e l’”inno alla Gioia” in onore delle due grandi patrie l’Italia e l’Europa.
maestridellavoro
l “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” su iniziativa dei Soci fondatori, è legalmente costituito in Ente culturale autonomo, senza scopo di lucro. Esso cura e promuove lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli Affiliati laici intesi come coloro che, pur non essendo in possesso della Stella al Merito, ne perseguono gli stessi fini quali: curare e promuovere lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro per far meglio espletare il loro compito sociale volto a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito ai lavoratori che si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’