Formazione in fabbrica alla Ecobat

Formazione e orientamento in fabbrica, al via il tirocinio
per otto studenti dell’Iti “Galileo Ferraris” di Marcianise

 

eco batLa rete Caserta Lavoro messa in atto qualche mese fa con la partecipazione del CeSAF maestri del lavoro diventa operativa. Otto studenti dell’istituto tecnico industriale “Galileo Ferraris” di Marcianise, hanno indossato la tuta verde da lavoro e le scarpe antinfortunistica, ed hanno varcato il cancello dello stabilimento Eco-Bat per un “tirocinio di formazione e orientamento in fabbrica”. L’iniziativa – la prima, ci si augura, di una lunga serie – si inquadra nelle iniziative previste dal protocollo d’intesa sottoscritto qualche mese fa da Confindustria Caserta con i dirigenti degli Istituti tecnici, per mettere in rete il mondo dell’industria con quello della scuola tecnica.
Il benvenuto agli studenti è stato dato dall’amministratore delegato dell’azienda multinazionale con sede legale a Paderno Dugnano, ingegnere Luciano Morelli, e dal responsabile dello stabilimento, ingegnere Santo Visone.
L’iniziativa è stata illustrata, poi, nel corso di un incontro cui hanno partecipato il presidente di Confindustria Caserta Antonio Della Gatta, il dirigente dell’Iti “Galileo Ferraris” Paolo Tutore, l’assessore provinciale al Lavoro Gimmi Cangiano, il presidente del Consorzio dell’Area industriale Piero Cappello, l’assessore alle Attività produttive del comune di Marcianise Giulio Salzillo ed il consigliere comunale Giuseppe Tartaglione.

“Il tirocinio di formazione ed orientamento in impresa – ha spiegato Luciano Morelli – si propone di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro”. Questo primo tirocinio, della durata di sei giorni, vuole essere di esempio per altre scuole e, soprattutto, per le numerose fabbriche che sono presenti in quest’area industriale di Terra di Lavoro, che è anche la più vasta del Mezzogiorno. “Insomma, siamo fiduciosi che con il nuovo anno scolastico – hanno detto all’unisono gli ingegneri Tutore e Morelli – altre aziende si rendano disponibili ad accogliere altri studenti, anche di altri istituti tecnici”.
Del resto, non è certamente un caso se il motivo conduttore di tutti gli interventi dei presenti è stato appunto posto sulla necessità di saldare il territorio, con tutte le sue articolazioni istituzionali, con il mondo della scuola e delle attività produttive. “Scuola e imprese devono imparare a camminare insieme”, ha ribadito infatti il presidente di Confindustria Caserta, Antonio Della Gatta.
Il tirocinio prevede, nel corso del turno di sei ore e con l’ausilio di un insegnante nelle vesti di tutor, momenti di apprendimento formativo dei processi lavorativi con altri meramente didattici, dei quali “si potranno sicuramente avvantaggiare – ha sottolineato ancora Morelli – anche i nostri dipendenti”. Infatti, durante lo svolgimento del tirocinio formativo e di orientamento il tirocinante è tenuto a svolgere le attività previste dal progetto, a rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, ad elaborare una relazione finale sul progetto realizzato .
A conclusione di ogni esperienza di tirocinio l’azienda si impegna a compilare una scheda di valutazione fornita dall’Istituto ed a redigere un modulo di certificazione di tirocinio, documento indispensabile per il riconoscimento dei crediti formativi.

maestridellavoro
l “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” su iniziativa dei Soci fondatori, è legalmente costituito in Ente culturale autonomo, senza scopo di lucro. Esso cura e promuove lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli Affiliati laici intesi come coloro che, pur non essendo in possesso della Stella al Merito, ne perseguono gli stessi fini quali: curare e promuovere lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro per far meglio espletare il loro compito sociale volto a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito ai lavoratori che si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’