Il primato di Confindustria Caserta per l’alternanza Scuola-Lavoro

MNR_6275

Primato di Confindustria Caserta per l’alternanza scuola lavoro. Con l’andata in vigore il decreto del governo  Renzi  sulla Buona Scuola, il gruppo giovani dell’associazione datoriale  ha dato vita ad un ciclo di incontri destinati agli studenti degli istituti superiori della provincia di Caserta che è stato accolto con entusiasmo dai dirigenti scolastici.

Si tratta di una serie di lezioni proposte dal Centro Studi ed Alta Formazione maestri del  lavoro d’Italia  propedeutiche  all’alternanza  vera e propria e che mira a dare le basi socio  legislative  agli  studenti che, non appena hanno conseguito un laurea o diploma  tecnico,  vogliono essere inseriti nel mondo produttivo.

“Il gruppo giovani di Confindustria Caserta è stato il primo in assoluto in Campania a dare una risposta concreta alle aspettative governative ed alle istanze che vengono dal mondo della  scuola – ha detto nel suo intervento il  vice presidente nazionale del gruppo Giovani industriali di Confindustria Vincenzo Caputo  durante la  lezione introduttiva che si è tenuta nella sede di Via Roma –  Abbiamo sottoscritto un’intesa con il Miur proprio per dare quel supporto necessario  al progetto ministeriale e che ha lo scopo di recuperare quelle professionalità che la scuola una volta offriva e che  nel tempo ha perso tutte le specificità  facendo arretrare il nostro paese.”

All’incontro propedeutico che si è tenuto nella sala convegni è stato affrontato il tema:  “il lavoro e la costituzione italiana” ed ha visto la partecipazione di studenti del Liceo Manzoni di Caserta, ITIS Ferraris di Marcianise, Isiss Conti di Aversa, Isiss Terra di Lavoro, ITIS Falco di Capua per un totale di 105 studenti. Erano accompagnati dagli rispettivi docenti incaricati dai dirigenti scolastici dell’Alternanza scuola Lavoro.

A  fare gli onori di casa è stato il presidente dei giovani industriali Antonio Nappa, che nel dare il benvenuto ai presenti ha detto: “La nostra è  una riflessione sul pensare e realizzare percorsi in alternanza che da un lato colgano con pragmatismo la domanda puntuale delle imprese, dall’altro guardino a un orizzonte culturale più ampio. Noi del Mezzogiorno abbiamo le carte in regola per porci in linea con il resto del paese e con le regioni che hanno avviato il progetto anche se i numeri penalizzano l’Italia. Infatti i giovani italiani tra 15 e 29 anni sono quelli che meno riescono ad alternare percorsi di studio a esperienze di lavoro, sono solo il 4%, in Germania il 22%, nel Regno Unito il 17%.”

Hanno relazionato il presidente del CeSAF Maestri del lavoro d’Italia Mauro Nemesio Rossi ed il componente del  gruppo Giovani di Confindustria Enrico Landolfi.

Tra i percorsi formativi è allo studio un’analisi sullo sviluppo futuro delle attività produttive delle aziende casertane ed quali  professionalità saranno richieste  nei prossimi anni dal territorio.  Un lavoro che sarà sviluppato  con l’apporto degli studenti del Liceo Manzoni di Caserta.

Gli incontri per un totale di sette termineranno il 12 maggio con:  la politica,  lavoro ed i rapporti sindacali, Marco Guttoriello;  Etica e cultura di impresa Enrico Landolfi; Come nasce un’impresa fondamenti economici e giuridici, Roberto Impero; Organizzazione del processo produttivo Gaetano Capasso, Creare una Start Up Giovanni Laffi.  Lectio Magistralis saranno tenute dal Presidente emerito della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro; dal generale Franco Angioni, da Giorgio La Malfa, e da uno dei primi progettisti al mondo di personal computer Gastone Garziera  che insieme all’ing. Perotto realizzarono dieci anni prima degli americani la programma 101 della Olivetti.

maestridellavoro
l “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” su iniziativa dei Soci fondatori, è legalmente costituito in Ente culturale autonomo, senza scopo di lucro. Esso cura e promuove lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli Affiliati laici intesi come coloro che, pur non essendo in possesso della Stella al Merito, ne perseguono gli stessi fini quali: curare e promuovere lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro per far meglio espletare il loro compito sociale volto a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito ai lavoratori che si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’