Nel mondo di Tesla ed Edison alla IEE Srl con gli studenti del Ferraris

A pochi giorni dalla lezione alla prestigiosa Tecnam spa, industria che produce aerei da turismo nella zona aerospaziale di Capua, continuano i corsi  in azienda per gli studenti del quarto e quinto anno dell’ Istituto tecnico  Ferraris di Marcianise impegnati nell’ambito dell’Alternanza a scuola lavoro in un progetto di soft skill con il Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del lavoro d’Italia.

Questa volta, grazie ad un accordo con Confindustria Caserta     porte aperte alla Industria Elettromeccaniche Europea che produce macchine elettriche dinamiche di elevata potenza.  Ad illustrare agli studenti il profilo della Srl ed ‘attività produttiva la presidente del settore Metalmeccanico di Confindustria dott.ssa Danila Fucito, mentre il delegato alla cultura della provincia di Caserta, a cui fa capo il Museo dinamico della Tecnologia Adriano Olivetti, Luigi De Cristofaro ha portato i soluti delle istituzioni locali e l’interessamento dell’ente provincia per la logistica degli istituti superiori.

Motori a corrente  continua e corrente alternata, la storia dell’elettrici ed in particolarmente la lotta a fine secolo scorto tra Nikola Tesla ed Thomas Alva Edison, sono stai i temi del corso tenuto dal presidente del CeSAF Mauro Nemesio Rossi.

 Un  sito produttivo quello della I.E.E.s.r.l.  particolrmente attento alla produttività, ma anche alla gestione ambientale.  (

 

Infatti tutte la maestranze  è tenuto al rispetto delle norme  precise:

 

♦           raccolta differenziata dei rifiuti: gettare i rifiuti negli appositi contenitori, a tal fine, se necessario, chiedere l’intervento del personale interno

♦             Procedere a velocità ridotta all’interno e nelle immediate vicinanze dello stabilimento.

♦             Spegnere sempre il motore dell’automezzo quando si arriva, anche se si pensa di ripartire poco dopo.

♦             E’ severamente vietato effettuare operazioni di sostituzione/rabbocco olio e carburante.

♦             In caso di incidente avvisare immediatamente il personale interno e attenersi alle disposizioni ricevute.

♦             Gli automezzi utilizzati devono essere sottoposti a manutenzione e revisione periodica

   Il sistema gestione ambientale attuato presso la IEE srl  prevede lo svolgimento di audit ambientali sia periodici che non programmati. il personale dipendente di ditte esterne che prestano servizio presso lo stabilimento o all’esterno,  durante lo svolgimento delle proprie mansioni è tenuto a dare la massima disponibilità alla realizzazione del percorso mirato.

Nell’ottica del miglioramento continuo, l’azienda fa tesoro di tutti i suggerimenti che il personale voglia fornire per aumentare l’efficienza e l’efficacia del proprio sistema di gestione ambientale.

agli studenti è stato dato un foglietto illustrativo  per l’osservazione delle norme interne, tra cui: 

Rispettare la normativa per il trasporto in adr di merci pericolose

Non ostruire le uscite di sicurezza. Prestare particolare attenzione alle operazioni di movimentazione che possono creare sversamenti accidentali significati-vi per la sicurezza.

Tutto il personale che venga a conoscenza di situazioni che possono comportare dei pericoli nei riguardi dell’ambiente sono tenuti ad informarne tempestiva-mente il responsabile del sistema di gestione ambientale

In caso di emergenze avvisare il persona-le dell’azienda e attenersi alle disposizioni

Al fine di evitare sprechi di risorse ricordarsi alla fine delle attivita’ di spegnere le luci, chiudere i rubinetti delle utenze utilizzate, chiudere le porte dei locali condizionati.

Il personale dipendente di ditte esterne che prestano servizio presso lo stabilimento, o all’esterno, per conto di I.E.Es.r.l., deve impiegare, nello svolgi-mento delle proprie mansioni, prodotti non pericolosi nei riguardi dell’ambiente. in caso di dubbio, prima di impiegare i prodotti, il personale deve interpellare il responsabile del sistema di gestione ambientale, che darà disposizioni in merito.

In definitiva è stata un mattinata di studi che avvicinato i neo diplomandi  al mondo della piccola impresa e in particolare nel complesso mondo lavorativo. 

Tags:

maestridellavoro
ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’