Presentato il CeSAF al Prefetto di Caserta

maestri-del-lavoro-cesafPrimo direttivo del Incontro con il prefetto e riunione presso la Seconda Università di Napoli  ammessi nuovi soci, tra cui un nutrito gruppo di mdl della Lombardia e varato il piano di attività per l’anno scolastico 2011-2012

Presentata al prefetto l’associazione Culturale Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia, nata a Caserta in occasione del premio Esagono nella primavera dello scorso anno su sollecitazione dell’ex sindaco Nicodemo Petteruti. Ha una valenza nazionale tanto che ci sono maestri che hanno aderito da altre parti del paese. Il gruppo più nutrito è rappresentato dagli insigniti della provincia di Milano.
A illustrare i progetti e le finalità del CeSAF al rappresentate del governo è stato il consiglio direttivo composto dal presidente onorario Preside della facoltà scienze del farmaco e per l’ambiente Paolo Vincenzo Pedone, Gianluigi Diamantini già past presidente della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia, Antonio Paladini, Vincenzo Quattrucci, il presidente Mauro Nemesio Rossi, il segretario Giovanni Izzo Andrea Buondonno ordinario presso la Seconda Università di Napoli, assente giustificata Adele Vairo preside del Liceo Manzoni impegnata in commissione di esami per la maturità.
Un’attività intensa quella del CeSAF che si è svolta in molteplici campi e sempre in sinergia con le istituzioni locali e dove S.E. il prefetto Ezio Monaco ha contribuito in prima persona con i corsi sulla legalità insieme al questore Guido Nicolò Longo. Per il mondo della scuola il Centro Studi ha organizzato giornate di orientamento che si sono tenute, sia presso gli istituti superioni che alla Luiss di Roma.
Un bilancio ricco di soddisfazioni quello conseguito nell’anno scolastico che da poco è terminato. Quasi cinquecento alunni degli istituti superiori del Casertano e Beneventano hanno seguito i corsi nel prestigioso ateneo di Confindustria, un parco scuole che aderiscono al CeSAF che conta circa 25000 alunni e per i quali sono stati svolti seminari con la polizia, la guardia di finanza e i carabinieri, sui temi del lavoro e prevenzione, con studiosi sulla storia locale.
“Conosco perfettamente in vostro lavoro – ha detto il prefetto – Un’opera che esalta lo status di essere maestri di cui il paese ha bisogno. Mettere a disposizione dei giovani l’esperienza lavorativa e conoscenze maturati in tanti anni di lavoro, significa contribuire a migliorare il futuro della nostra nazione. La presenza di Università di prestigio al vostro fianco qualifica l’impegno è rappresenta un sussidio al mondo della scuola e dell’università stessa.”
Il presidente del CeSAF Mauro Nemesio Rossi, ha illustrato al prefetto il progetto per realizzare in Terra di Lavoro il museo dinamico della tecnologi e dell’agricoltura. “Servirà a non far dimenticare che negli anni settanta la provincia di Caserta è stata terra industriale con la presenza di aziende di prestigio come la Olivetti e le cui tracce non possono essere disperse nell’oblio del tempo.”
Alla fine dell’incontro, i lavori si sono spostati presso la sede della facoltà di scienze del farmaco e per l’ambiento dove è stato tracciato il programma del prossimo anno scolastico per favorire l’integrazione con il mondo del lavoro dei giovani laureati e per promuovere nelle scuole superiori la Seconda Università di Napoli. Intesa come quella realizzata con la facoltà di scienze del farmaco presto saranno firmate anche con la facoltà di Economia e Commercio e Giurisprudenza dove i consigli di ateneo hanno già approvato la bozza dell’accordo quadro, e con le facoltà di architettura e di ingegneria dove sono stati avviate le prime procedure.

Caserta 23 Giugno 2011

DSC_9388

 

DSC_9382

maestridellavoro
ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’