Primo Maggio 2012 con il presidente della Repubblica

102_0935“Rivolgo ancora, in questo spirito, il mio saluto ed augurio ai Rappresentanti dei Lavoratori Anziani di Azienda ed egualmente ai Rappresentanti della Federazione Cavalieri del Lavoro, anch’essi testimoni di una straordinaria somma di sforzi e di contributi personali e sociali nell’interesse comune:  Buon 1° maggio!”
Con queste parole il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha concluso il suo intervento per le celebrazioni nella sala dei Corazzieri al Palazzo del Quirinale la cerimonia per la Festa del Lavoro alla presenza dei nuovi Maestri del Lazio insigniti della “Stella al Merito del Lavoro”.
A differenza degli altri anni come si può leggere, il presidente non ha citato la Federazione dei Maestri del lavoro. Una giusta posizione visto che le associazioni a cui aderiscono i maestri del lavoro si stanno diversificando e come lo spirito democratico che la nostra costituzione impone, i maestri del lavoro sono liberi di organizzarsi diversamente da come imponeva nel ventennio fascista lo stato corporativo.
Non solo consoli e consolati che hanno fatto il loro tempo, ma anche più modestamente presidenti e direttivi, come vuole il libero associazionismo dello Stato Italiano.
Dal sito del Quirinale riportiamo che dopo l’indirizzo di saluto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, il Presidente del Comitato dei Garanti per le Celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, Giuliano Amato, ha svolto una relazione dal titolo “Fondata sul lavoro”. Il Presidente Napolitano ha quindi pronunciato un discorso.
In mattinata il Presidente della Repubblica aveva deposto una corona di fiori davanti al monumento ai Caduti sul lavoro, nel piazzale antistante la sede centrale dell’INAIL a Roma.
Al Quirinale, poi, il Capo dello Stato ha incontrato i Segretari Generali e i componenti degli Uffici delle Segreterie Confederali della CGIL, CISL, UIL e UGL che hanno dedicato la Festa del lavoro di quest’anno al 150° dell’Unità d’Italia.
Nel corso della cerimonia del 121° anniversario del 1° maggio al Quirinale, aperta dall’esecuzione dell’inno nazionale da parte del quartetto Mada’s, la signora Paola Cortellesi ha letto l’articolo 1 della Costituzione e alcuni brani di Giuseppe Mazzini, Camillo Benso di Cavour e Giuseppe Garibaldi dedicati al ruolo del lavoro nella costruzione dello Stato nazionale.
Erano presenti il Vice Presidente del Senato della Repubblica, Emma Bonino, il Segretario di Presidente della Camera dei Deputati, Renzo Lusetti, il Giudice della Corte Costituzionale, Paolo Maddalena, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gianni Letta, autorità civili ed esponenti del mondo del lavoro e delle organizzazioni sindacali.
A questi vanno aggiunti l’ex ministro del lavoro Francesco Marzano, il prefetto di Frosinone il casertano Paolino Maddaloni.
Molte le occasioni di scambio di idee con il ministro e le altre autorità. Va detto che il presidente del Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del Lavoro, sia al ministro Maurizio Sacconi che all’ex ministro Marzano ha illustrato le molteplici attività che l’associazione svolge e le necessità di trovare in abito istituzionale maggiori intese al fine di realizzare al meglio le finalità statutarie ed allargare il campo di azione a favore della scuola e della società.

1 maggio 2012

 

102_0878 (1)

maestridellavoro
ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’