Cambio di guardia al vertice del Falco di Capua

L'ing. Tutore consegna attestato di partecipazione alla Summer school 2017 con L'UNICAMPANIA L'ing. Tutore consegna attestato di partecipazione alla Summer school 2017 con L'UNICAMPANIA

Scuola partner della nostra associazione, il preside  Paolo Tutore che nei suoi sei anni di permanenza ha riportato l’istituto ai vecchi splendori didattici e logistici,  lascia per “godersi” la meritata pensione. Ma ha promesso che rimarrà al fianco del CeSAF per consigli e contributi.  Riportiamo la sua lettera di saluto ai docenti, al personale della scuola e agli studenti. Ringraziamo l’ing. Tutore per aver citato la sinergia con i maestri del lavoro. 

Lettera di saluto del Dirigente Scolastico prof. Paolo Tutore.
Lascio con vera commozione questo Istituto che ho avuto l’onore di guidare per ben sei anni scolastici, ma mi consola la certezza di aver dato impulso, grazie alla collaborazione ricevuta, alla sua rinascita. Con il supporto di ciascuno di voi, infatti mi sono adoperato per ridare alla nostra scuola quella dignità che meritava e che merita. La nostra scuola ha recuperato il ruolo che in un passato non troppo lontano aveva assunto per il territorio, quello cioè di essere un importante punto di riferimento per la formazione tecnica e culturale dei nostri giovani e per la qualità del servizio scolastico in generale offerto. Sono per questo orgoglioso di aver potuto far parte del “Falco” anche se per un piccolo tratto della sua storia. 
Nei sei anni di “presidenza”, facendomi costantemente guidare da imparzialità, onestà intellettuale e trasparenza, ho profuso il mio impegno per creare un ambiente di lavoro proficuo e soprattutto sereno nella convinzione che solo in tali condizioni sarebbe stato possibile generare coesione interna e sviluppare “capitale” umano e professionale in grado di dare risposte adeguate alle nuove esigenze e alle nuove sfide del fare scuola. 
Quanto realizzato nella nostra scuola è sotto gli occhi di tutti e, per quanto riguarda l’organizzazione e la didattica, tutto è ampiamente riportato nel P.T.O.F. Ma questo è sola la punta dell’ iceberg. 
Quello che invece non risulta visibile e non può emergere dal PTOF è la parte sommersa dell’iceberg: il lavoro silenzioso fatto da molti nel cercare di dare risposte alla complessità del fare scuola al giorno d’oggi e di tutelare, in tutte le situazioni che si sono presentate, l’autonomia e la dignità dell’Istituzione. 
Per tale motivo non posso non ringraziare in primis voi docenti che in buona parte, di fronte alla complessità del vostro lavoro, avete iniziato a mettervi in discussione aprendovi coraggiosamente alle innovazioni e ai processi di cambiamento che attraversano il mondo della scuola. Non smettete mai di creder nei giovani e nell’importanza del vostro lavoro: siate sempre con i vostri studenti comprensivi ma autorevoli e soprattutto, con il vostro esempio, punti di riferimento certi. 
Ringrazio i Collaboratori più stretti, le Funzioni Strumentali, i componenti delle Commissioni e dei Dipartimenti, per aver saputo manifestare costantemente e responsabilmente, con grande dedizione, la voglia di operare per la crescita complessiva della Scuola. Ho apprezzato il talento, l’entusiasmo, l’inventiva, la professionalità, la serietà, la generosità, la simpatia, la correttezza, lo spirito di servizio di quanti sono stati al mio fianco in ciascuna circostanza. 
Il dovere, ma anche il piacere di gratitudine si estende poi e non in ultimo, al personale scolastico tutto: un grazie a Gennaro Iannotta, Direttore dei servizi generali e amministrativi, che ha contribuito, usando la sua specifica competenza professionale e le sue non comuni doti di gentilezza, a rendere ancora più efficienti i servizi generali ed amministrativi della scuola. 
Un grazie a tutto il personale amministrativo per la competenza e la professionalità profusa nello svolgere il lavoro ma anche per la disponibilità a prestare generosamente la loro opera ben al di là degli obblighi di servizio per fronteggiare l’aumento del carico di lavoro dovuto al decentramento amministrativo. 
Non posso trascurare nel mio saluto i collaboratori scolastici, il cui apporto al funzionamento della scuola non sempre viene valutato nella giusta misura, ma della cui importanza ci si accorge quando per una qualsiasi ragione non sono presenti a scuola. 
Un grazie agli Assistenti Tecnici in misura direttamente proporzionale all’impegno che ciascuno di essi ha profuso nello svolgimento dei propri compiti. 
Un saluto e un ringraziamento riconoscente va alla Presidente e ai membri del Consiglio di Istituto per il contributo dato nel sostenere i processi di innovazione e le scelte non sempre facili. 
Saluto e ringrazio anche tutti i colleghi della Provincia ed in modo particolare quelli dell’Ambito CE-10 per la stima che hanno nutrito e nutrono nei miei riguardi e per l’affetto mostrato. 
Un grazie va poi, naturalmente, alle famiglie, che hanno sostenuto la scuola nella realizzazione dei suoi progetti per la formazione e la crescita dei nostri studenti.  Non dimentico la società e le associazioni ed alle aziende che hanno permesso di inserire i studenti nel mondo produttivo. Un ringraziamento ai Maestri del lavoro CeSAF che con i loro progetti hanno coinvolto studenti e docenti. 

Un pensiero speciale, infine, va a voi studenti: 
Abbiate cura della vostra persona dando la giusta importanza alla vostra formazione. I tempi sono difficili e il futuro è incerto, ma è per questo che bisogna impegnarsi maggiormente nello studio per la costruzione di nuovi saperi e per sviluppare le competenze necessarie per affrontare la complessità: studiare con impegno e passione è la ricetta migliore per fronteggiare le incertezze che la vita ci presenta oltre ad essere un modo per migliorare se stessi. Abbiate fiducia nelle vostre capacità e affrontate con determinazione lo studio nella consapevolezza che i risultati più significativi si ottengono solo con un impegno costante. Saluto con affetto tutti i mie ragazzi e le ragazze dell’I.T. Falco per la bella esperienza umana e professionale vissuta in questi intensi anni. 
Ancora grazie a quelli che con la loro presenza il 27 giugno scorso, oltre a darmi un segno tangibile del loro affetto, hanno dato ulteriore senso al mio operato.

Desidero infine formulare di cuore a voi tutti e alla nuova dirigente, prof.ssa Lanna Angelina, a cui passo il testimone, gli auguri per un buon anno scolastico 2018/2019, con la certezza che , grazie al qualificato contributo di ciascuno, il Falco possa sempre più affermarsi polo di formazione tecnica, in continuità con quanto è stato fin qui raggiunto, sempre attento a promuovere l’inclusione e il successo formativo di tutti gli studenti “non uno di meno”. 

Con stima e gratitudine, il vostro Preside Paolo Tutore.

Tags:

maestridellavoro
ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Comments are closed.

Papa Francesco ai Maestri del lavoro d’Italia, una lezione inascoltata

“È importante il contributo che, come Maestri del Lavoro d’Italia e seguendo diverse strade, avete portato alla crescita di un […]

La Matematica ed il Neoidealismo Gentiliano e Crociano

  di Marcello Pedone Nonostante vari segnali positivi degli ultimi tempi, non mancano occasioni in cui si può verificare che […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’