Presentata nuova proposta di legge per l’assegnazione della stella al merito

4695cb3b19cbf906e45dac0da0913068_XL

Lettera del Presidente

Cari amici, con la fine della passata legislatura è decaduto anche l’iter legislativo della proposta di legge che avevamo presentato per l’assegnazione della stella al merito del lavoro, ma la necessità di una radicale modifica è rimasta. Ancora una volta, e nonostante la buona volontà mostrata di realizzare un progetto condiviso con altre associazioni di maestri del lavoro che operano sul territorio nazionale, non avendo avuto risposte ci siamo fatto carico da soli di promuovere l’iniziativa parlamentare.

Ringrazio i deputati che hanno accolto il nostro lavoro e si stanno prodigando affinché il disegno di legge si realizzi. Benché annunziata con la dicitura “Nuove norme per la concessione dell’onorificenza della ‘Stella al merito del lavoro’(2691) (presentata il 30 ottobre 2014, annunziata il 31 ottobre 2014), il testo definitivo non è ancora consultabile sul sito della Camera dei Deputati, ma se l’ufficio legislativo ha lasciato il disegno di legge così come da noi redatto, i punti salienti possono essere sintetizzati in:

Costituzione dell’ordine dei maestri del lavoro così come l’ordine dei cavalieri del lavoro;

riduzione drastica degli insigniti;
dimostrare di aver svolto attività formativa verso i giovani in modo continuativo sia sui posti di lavoro nelle proprie industrie che come pensionati;.
Istituzione di un ordine superiore come quello di Ufficiale del lavoro per coloro che danno il loro contributo continuativo di docenti alla scuola lavoro,
Inserimento nelle commissioni di valutazione di tutte le organizzazioni che operano in nome dei maestri del lavoro.
Superamento dei 25 anni continuativi presso le aziende.

 
Sarà cura del Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del lavoro d’Italia, pubblicare sul sito www. maestridellavoro.it il testo completo e seguire l’iter Legislativo del provvedimento. con un editoriale che spiega il lavoro che sta alle spalle del ddl e le ragioni ideologiche che hanno portato alla sua stesura.
Così come pure è consigliabile consultare, anche se il via di rielaborazione, il notiziario in rete il “Magistero” (questo titolo e stato suggerito dal alcuni mdl che aggiornano il web in sostituzione del “Notiziario del Maestro del Lavoro troppo lungo) www.maestridellavoro.it,
La nostra intensa attività del Campus che svolgiamo presso il Museo dinamico della Tecnologia Adriano Olivetti può essere seguita sul sito provvisorio www.muditecolivetti.it Quest’ultimo sarà ospitato sul server della provincia di Caserta progettato dalla multinazionale Athos che sta lavorando alla impaginazione finale.
Un ringraziamento ai soci laici che sono sempre più numerosi ed a tutte le istituzioni che ci sono vicine.
Ultime note, l’attività che abbiamo svolta negli altri anni con Italia Lavoro è sospesa, così come ci comunica il mdl Luigi Ottaiano. L’ente non è stato finanziato e i contratti a tempo determinato dei dipendenti non sono stati ancora rinnovati. Mancano quindi interlocutori con cui operare.
Invitiamo tutti i maestri del lavoro che vengono a  Caserta a visitare le nostre strutture nella sede di Villa Vitrone e se disponibili a partecipare come osservatori ai corsi che teniamo bisettimanalmente e gratuitamente agli studenti: Fotografia, Giornalismo, Introduzione alla vita d’azienda.
Un cordiale saluto e ringraziamento a tutti, ed in particolare ai soci Umberto Di Donato di Milano che porta nelle sue manifestazioni il nome e l’attività del CeSAF ed al Cagliaritano Nicola Marras che ha organizzato nella sua Città le giornate della scienza. Una menzione particolare a Pasquale Catone per la sua partecipazione al 53° Congresso della Fisica che si è tenuto a Perugia dal 12 al 15 Novembre ed ha presentato il nostro impegno magistrale..
 
 
Buon lavoro
Mauro Nemesio Rossi
Presidente
 

 

 

 

Tags:

maestridellavoro
l “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” su iniziativa dei Soci fondatori, è legalmente costituito in Ente culturale autonomo, senza scopo di lucro. Esso cura e promuove lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli Affiliati laici intesi come coloro che, pur non essendo in possesso della Stella al Merito, ne perseguono gli stessi fini quali: curare e promuovere lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro per far meglio espletare il loro compito sociale volto a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito ai lavoratori che si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’