Media – Sicurezza – 900 Comparato

S toria e società<

Lavoro e Università
Sicurezza sul lavoro
Energia Rinnovabili

Fare Radio e comunicazione

10 ore con esercitazioni dirette in studio radiofonico
Prima Retestereo
Mauro Boccuni

Programmi formativi sui media
Radiofonia
La progettazione di un formato per la radio
Che cosa sia la radio oggi lo testimonia il suo fulgore mediatico, la sua continua rinascita qualunque sia la tecnologia che il futuro mette a disposizione di questo mezzo.
La radio assieme alla stampa è il mezzo di comunicazione di massa più antico. Ha spodestato la carta e anche la tv che con diverse modalità stanno (ri) trovando faticosamente la loro strada nell’ambito della comunicazione integrata.
Quali sono le differenze tra una radiofonia pubblica ed una privata? Ha senso nel 2011 sottolineare questa distinzione con l’avvento delle nuove suggestioni offerte dalle tecnologie mobili webphone asincrone?
Come si progetta una radio o meglio un “canale”?
Come ascolta il pubblico composito della radio, quali sono i suoi stili di ascolto?
Il corso è suddiviso in due moduli.
Il primo consiste in un’introduzione al contesto in cui si muove la radiofonia
Il secondo è un percorso teorico/pratico suddiviso in lezioni durante i quali i partecipanti saranno invitati a progettare un canale sulla base di apposti case studies.
Al termine del percorso, verranno esaminati alcuni casi di studio tratti dalla relatà
Temi del corso
Modulo 1
1. Radio commerciali vs radio pubbliche
2. Radiofonia e nuove tecnologie di trasmissione/distribuzione: live e/o on demand (podcast), smartphone e wi fi
Modulo 2
1. Creazione di un’identità di canale
a. Il palinsesto, la gestione del flusso informativo ovvero il brand della radio
b. Il target d’ascolto: fonti, metodi e politiche di posizionamento del brand radiofonico
c. La progettazione del format
i. La playlist: l’Arte della Top 40 ovvero come progettare una rivoluzione che dura da 60 anni
ii. I conduttori/dj ovvero la media person – Famose media person
iii. La definizione del blocco d’ascolto: consistenza, ripetitività di elementi (familiarità, fidelizzazione)
iv. I jingle musicali
v. Un principio narrativo? Giochi e stratagemmi vari, ma attenzione!
vi. La redazione: risorse, quali e quante
vii. La raccolta pubblicitaria
2. Casi di studio: Musica di Prima Rete e il Podcast di Popòdcast.
Pozzuoli, lunedì 18 luglio 2011

Sicurezza nei Cantieri Edili
Durata: Due ore lezione frontale
Destinatari: Classi quinte istituto tecnico geometri

Incontro dedicato alla Sicurezza nei cantieri edili durante il quale vengono trasferite le competenze acquisite dai Maestri del Lavoro nella prevenzione degli infortuni del lavoro in edilizia e spazia dall’organizzazione del cantiere edile agli impianti tecnici e servizi di cantiere attraverso la valutazione del rischio nonché alla medicina del lavoro e alla formazione ed informazione dei lavoratori. Il tutto letto in chiave normativa con le recenti leggi dal punto di vista della prevenzione degli infortuni.
Nel dettaglio, offrono la loro disponibilità due maestri del lavoro che hanno una grande esperienza, acquista nei cantieri edili sia in campo nazionale sia internazionale.

Docenti
MdL Francesco Amato

Energie rinnovabili
Durata: Due ore
Destinatari: Classi quarte e quinte a indirizzo tecnico e umanistico

Descrizione
Incontro dedicato alla presentazione degli scenari concernenti le fonti di energia che spaziano dalla definizione delle risorse energetiche ovvero fonti convenzionali (petrolio, carbone, gas naturale), fonti non convenzionali (sabbie bituminose, gas di scisto, gas liquefatto) e fonti rinnovabili (vento, sole, biomasse, idroelettrico, maree e altre) e infine energia nucleare. Si analizzano i vantaggi e gli svantaggi di ogni singola fonte e come le varie fonti possano sinergicamente operare in una rete intelligente (smart grid). Si focalizzerà l’attenzione sulla cosiddetta “generazione distribuita” ovvero di quell’energia prodotta da piccoli impianti siano essi anche gli impianti solari domestici e infine sulla riduzione dei consumi per effetto di utilizzo di materiali e apparecchiature a risparmio energetico (lampade a basso consumo, lavatrice e lavastoviglie di classe A, etc).

Docenti
MdL Antonio Paladin


L’utopia realizzata da Adriano Olivetti
conversazione sulla nascita delle più prestigiosa azienda del novecento

Due ore
Docenti : Mauro Nemesio Rossi
Italo Del Gaudio
Filmati e diaposite

leggi intro



Novecento Comparato

 Venti ore
Il secolo della violenza.
Visione globale e comparazione per periodi con la storia locale

leggi programma

Docenti
Prof. Giovanna Anziano – docente CeSAF Caserta
Avv. Ciro Centore – docente CeSAF amministrativista
Prof. Felicio Corvese presidente Centro Studi Francesco Daniele
Mdl Dott. Mauro Nemesio Rossi – Giornalista CeSAF Caserta
Dott. Michele De Simone – presidente Coni e vice presidente società Storia Patria Caserta
Prof. Olindo Isernia – Storico
Mdl ing. Donato Pasquariello CeSAF Caserta
Prof. Marilina Pugliese – docente CeSAF Caserta
Avv. Adolfo Russo –
Mdl Gaetano Santagati – gia capo del personale Alenia
Dott. Ferdinando Terlizzi – giornalista
Prof. Silvana Virgilio – docente CeSAF Caserta
Avv. Alberto Zaza D’Aulisio – presidente società dei Storia Patria Caserta

Contributi
Dott.Giovandomenico Lepore  – già procuratore capo Tribunale di Napoli
Dott. Diego Marmo  –  già procuratore capo  tribunale Torre Annunziata
Dott. Gianluigi Diamantini – già Presidente Federazione Maestri del Lavoro d’Italia

 

maestridellavoro
l “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” su iniziativa dei Soci fondatori, è legalmente costituito in Ente culturale autonomo, senza scopo di lucro. Esso cura e promuove lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli Affiliati laici intesi come coloro che, pur non essendo in possesso della Stella al Merito, ne perseguono gli stessi fini quali: curare e promuovere lo studio e la formazione dei Maestri del Lavoro per far meglio espletare il loro compito sociale volto a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito ai lavoratori che si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Comments are closed.

Primo gennaio 2016: piccole e grandi illusioni

1° gennaio PICCOLE GRANDI ILLUSIONI! * Domani, l’Anno Nuovo muoverà i primi passi e si godrà il primo giorno della […]

Trilogia  sul linguaggio  seminario conclusivo al Manzoni di Caserta

Con una lezione storica sulla democrazia e la necessità di documentare in epoca contemporanea gli atti parlamentari e non solo, […]

Gli sceneggiati televisivi tra finzione e realtà

“Quand’era  ministro  Roberto Maroni  amava Caserta ed  anche la sua mozzarella, era convinto che bisognava debellare la malavita organizzata per  […]

il Generale Franco Angioni racconta Oriana Fallaci

SCUOLA 19 Febbraio 2015 Caserta – Oriana Fallaci raccontata dal generale Franco Angioni agli studenti del liceo Manzoni di Caserta. […]

Il filosofo Giuseppe Ferraro e la giornalista Francesca De Carolis al Liceo Manzoni di Caserta

CASERTA  – L’ergastolo  a vita è stato il tema affrontato da Giuseppe Ferraro professore di Filosofia della morale alla Federico […]

Presentato al cast dello spettacolo “la Signora delle Mele” il volume “Maestri del lavoro in camicia nera”

Presentare il lavoro di ricerca degli studenti del CeSAF sotto la guida del presidente Mauro Nemesio Rossi, concretizzato nel libro […]

Show Buttons
Hide Buttons

‘’Aquila non capit muscas’’